Ogoh-ogoh in foto: ‘Demoni’ sfilato per Bali strade vigilia di Indù Anno Nuovo

Bali spento per 24 ore lo scorso fine settimana per Nyepi, il nuovo anno, il Balinese calendario Indù, ma le cose sono forte e colorato, con il Ngrupuk parata, prima di cadere in silenzio.

Le strade dell’isola si sono illuminate venerdì sera mentre i balinesi scendevano in strada per sfilare i loro Ogoh-ogoh, carri fatti a mano raffiguranti demoni e spiriti maligni.

Mentre comunemente scambiato come una secolare tradizione, si scopre Ngrupuk è più di un’invenzione moderna, ampiamente creduto di essere venuto su negli anni 1980.

Ogoh-ogoh sono effettuati dai residenti in ogni banjar in tutta l’isola, il tradizionale Balinese quartiere unità.

Le cose erano vivaci come sempre nel villaggio di Pecatu sulla penisola di Bukit per il 1940 sul calendario balinese di Saka, con la comunità che teneva il suo concorso annuale per il miglior ogoh-ogoh di tutti i banjars di Pecatu.

Centinaia di persone si radunava e venditori ambulanti cucinato satay e servita ciotole di bakso (minestra polpetta) come ogni banjar ha dato una performance—alcuni piuttosto elaborata con la tradizionale Balinese ballerini e scenografie, prima di un panel di giudici.

A Bali, si crede che gli spiriti maligni visitino la terra ogni anno, ecco perché i balinesi devono nascondersi dentro, tacere e astenersi dall’usare luci sul nuovo anno, così gli spiriti possono essere ingannati nel pensare che l’isola sia vuota.

Oooh-ogoh 2018

Gli Ogoh-ogoh sono una rappresentazione degli spiriti maligni. Alcuni sono persino bruciati dopo Ngrupuk, ma dipende dal banjar.

Nyepi ha preso il via la mattina successiva, a partire dalle 6 di sabato 17 marzo e finendo alle 6 di domenica 18 marzo.

Unisciti a COCO+ e ottieni un’esperienza di navigazione senza pubblicità su Noci di cocco e vantaggi più succosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.