Come Michael Jordan ha fatto OJ Mayo Rimpiangere Trash Parlandogli

Durante i suoi giorni di gioco, l’Hall of Famer Michael Jordan non ha mai mancato di fiducia nelle sue capacità in campo. Che lo ha visto partecipare a molti casi di spazzatura parlando nel corso degli anni. È qualcosa che ha contribuito ad alimentare la sua performance che spesso ha portato il suo gioco ad altezze maggiori. Anche in pensione, la competitività e la fiducia in se stessi di Jordan non erano diminuite un po ‘ come l’ex guardia NBA OJ Mayo poteva attestare prima di arrivare in campionato.

Il discorso trash di Michael Jordan

Negli ultimi due decenni, l’eredità di Jordan ha continuato a vivere fortemente dietro il suo gioco stellare in campo.

Si estende ben oltre che come la sua abilità trash-talking è quella delle leggende. Ci sono numerose storie dei coetanei di Jordan sull’essere dalla parte sbagliata di quelle situazioni con l’Hall of Famer che li ha incendiati o la loro squadra in quei casi.

Questo fa parte della sua eredità che ha portato più ammirazione e rispetto per la sua mentalità spietata che le generazioni dopo di lui hanno cercato di rispecchiare. Fa parte della definizione della sua mentalità che ha contribuito a elevare il suo gioco al livello successivo e in molti modi lo ha ulteriormente alimentato per superare il dubbio.

Con questo in mente, Jordan ha fatto quella strada ancora una volta con

Michael Jordan schiaccia OJ Mayo dopo il discorso spazzatura

“Sarai anche il più grande giocatore del liceo, ma io sono il più grande di sempre…non mancare mai di rispetto al grande.”
Grande ritorno a Michael Jordan che umilia O. J. Mayo. pic.twitter.com/vDLTCcZaM3

— Hoop Central (@TheHoopCentral) Marzo 18, 2020

Anche se Jordan era stato fatto giocare in campionato per diversi anni, ha ancora partecipato a giocare partite di basket pick-up nei suoi campi annuali. Questo è stato il caso di un anno con OJ Mayo essere presenti a uno degli eventi di Jordan, quando era ancora uno standout liceo.

Ciò ha portato Mayo a prendere l’approccio fiducioso di Jordan trash-talking al campo dicendo alla Hall of Famer che non poteva proteggerlo. Non ci volle molto per i Chicago Bulls grande per intensificare la sfida e lo torcia nel gioco pick-up. (H / T Kenny Honaker di ClutchPoints)

“Sto giocando nel mio campo contro OJ Mayo”, ha detto Jordan in un’intervista di ieri. “Era un ragazzo di scuola superiore che usciva, e non l’avevo mai incontrato.

” Di fronte al mio campo, inizia questa cosa su ‘non puoi proteggermi, non puoi farlo.”Ho i miei camper qui, quindi non posso davvero andare dove voglio andare perché possiedo il mio campo”, ha aggiunto Jordan.

“Così ho fermato il campo — ho mandato i bambini a letto”, ha aggiunto Jordan. “Torniamo a giocare, e lui inizia tutta questa cosa che’ non puoi proteggermi, non puoi farlo.”Quindi da quel momento in poi, è stata una lezione. E da quel momento in poi, è stata una lezione. Non ha mai vinto una partita, l’ho messo su, ho fatto tutto.”

Anche se Mayo era solo un chiassoso giocatore del liceo estremamente fiducioso nelle sue capacità, Jordan ha affrontato la sfida. Dal suo racconto della situazione, ha detto che i due stavano jawing avanti e indietro, ma è stato Jordan che ha avuto il sopravvento che includeva la perforazione del suo famigerato jumper fadeaway su di lui.

Era un altro esempio tra i molti che la Giordania che parla di spazzatura non è l’idea più saggia.

Dov’è OJ Mayo ora?

Questo non è per suggerire che questa situazione con Jordan ha avuto un profondo effetto sulla carriera di basket di Mayo, ma per dare sfondo dove si trova ora.

Fu scelto come terzo assoluto nel Draft NBA 2008 dai Minnesota Timberwolves e fu scambiato con i Memphis Grizzlies dopo un anno alla USC. Ha trascorso i primi quattro anni della sua carriera con i Grizzlies poi si unì ai Dallas Mavericks per una stagione prima di passare i suoi ultimi tre anni con i Milwaukee Bucks.

Mayo è stato fuori dal mix dal 2016 in quanto è stato bandito e squalificato per aver violato il programma anti-droga della NBA. Da allora ha giocato all’estero con Atleticos de San German del Baloncesto Superior Nacional. Il 32-year-old ha anche giocato per Dacin Tigers della Super Basketball League a Taiwan e attualmente si sta adattando per i Taipei Fubon Braves nella ASEAN Basketball League.

Non c’è chiarezza sul fatto che tenterà di tornare nella NBA poiché era idoneo per il reintegro prima della stagione 2018-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.